Blog
  • Pagina Principale
20
06
2018
Termini tecnici nel surf - uomo in mare

Scopri i Termini Tecnici nel Surf

di mattia 0

Questo post del blog di Nicola Luppi Personal Trainer Online, è dedicato ai termini tecnici nel surf. Infatti desideriamo continuare questo argomento dopo l’ottima introduzione della scorsa settimana dove si è parlato in modo specifico della preparazione fisica nel surf. Nicola infatti tra i tanti sport praticati è ora anche un surfista di buon livello che per amore di questo sport ha deciso di trasferirsi a Peniche, uno dei paradisi del surf in Europa e patria dei mitici Supertubos.

 

Questo video vi avrà già fatto capire che stiamo parlando di onde di livello PRO e perciò prima di affrontare onde di questo tipo è necessario un grande allenamento e tanta dedizione. Ma ancora prima di ciò è indispensabile conoscere tutti i termini tecnici nel surf ! Ecco a voi la lista definitiva. Buon divertimento!

 

Termini Tecnici nel Surf – Lista Definitiva

  1. Aerial – una manovra durante la quale il surfista sale sulla cresta dell’onda fino a sollevarsi in aria
  2. A-frame – un picco di un’onda che rompe a destra e a sinistra con forma perfetta
  3. Aggro – espressione australiana per identificare un surf aggressivo o anche un surfista aggressivo
  4. Alaia – una tavola da surf in legno originariamente utilizzata dagli hawaiani per surfare le onde, utilizzata alla fine del diciannovesimo secolo
  5. Aloha – un saluto hawaiano che significa “ciao” o “arrivederci”
  6. Backdoor – quando un surfista prende un’onda cava, pero’ prendendola da dietro il picco
  7. Backside – quando un surfista surfa dando le spalle all’onda
  8. Backwash – quando un’onda arriva fino alla spiaggia e poi ritorna al mare a volte si scontra con le altre onde in arrivo
  9. Bail – una manovra evasiva che il surfista utilizza per evitare di essere travolto dall’onda, oppure se è in procinto di un wipeout
  10. Bailing – lasciando andare la tua tavola da surf
  11. Barrel – il tubo , il ricciolo dell’onda
  12. Bathymetry – la misura della profondità dell’acqua negli oceani e nei mari
  13. Beach Break – onde che si infrangono su banchi di sabbia
  14. Blank – un blocco grezzo di poliuretano espanso che verrà trasformato in una tavola da surf
  15. Bodysurf – surfare le onde con l’ausilio del proprio corpo o eventualmente utilizzando delle pinnette
  16. Bogging – cosa succede quando il peso di un surfista è troppo indietro, e il nose della tavola da surf si solleva
  17. Bottom turn – quando un surfista cambia direzione in fondo all’onda per iniziare a tagliare la linea di surf ottimale
  18. Bro – fratello , compagno
  19. Carve – una brusca svolta sul fronte dell’onda
  20. Chandelier – acqua che comincia a cadere copiosamente addosso al surfista che si trova in un’onda tubante
  21. Chop – oceano agitato e condizioni d’onda caotiche a causa di forti venti e/o correnti
  22. Closeout – quando un’onda rompe tutto in una volta, senza aver preso forma forma o senza spalla
  23. Corduroy – la visione di una serie di onde che provengono dall’orizzonte
  24. Crest – il punto piu’ alto di un’onda
  25. Cutback – una virata eseguita nel punto piano dell’onda o nella spalla dell’onda, che permette al surfista di tornare indietro sulla surf line
  26. Deck – la parte superiore della tavola da surf
  27. Ding – una crepa, un buco o una frattura su una tavola da surf
  28. Drop in – e’ un crimine nel mondo del surf, cominciare a surfare un’onda mentre un’altro surfista la sta gia’ surfando
  29. Drop – e’ il momento subito dopo la remata e quando ci si mette in piedi sulla tavola, e poco prima di cominciare la prima virata per surfare la parete dell’onda
  30. Duck Diving – la tecnica di spingere la tavola da surf sotto e attraverso un’onda che sta per rompersi
  31. Epoxy – un tipo di resina plastica utilizzata per la produzione di tavole da surf
  32. Fetch – la distanza ininterrotta durante la quale soffia il vento, senza che avvenga un significativo cambiamento di direzione
  33. Fin – una pinna montata al tail di una tavola da surf per migliorare la stabilità e il controllo direzionale attraverso la sterzata impressa dai piedi
  34. Flat – niente onde, o niente surf
  35. Flats – la parte orizzontale di un’onda che sta rompendo, anche conosciuta come “spalla”
  36. Floater – una manovra dove il surfista passa sopra la parte superiore di un’onda e finisce sul piatto
  37. Foam board – una tavola da surf per principianti, con un guscio esterno in schiuma morbida
  38. Foam – schiuma generata dalle onde che si sono gia’ infrante
  39. Frontside – quando un surfista cavalca l’onda stando di fronte alla parete dell’onda
  40. Glassy – una condizione marina quando non c’è vento che crea le increspature sul fronte dell’onda
  41. Gnarly – impressionante
  42. Goofy foot – un surfista che sta sulla tavola con la gamba destra in avanti
  43. Grommet – un giovane surfista
  44. Groundswell – uno swell che ha viaggiato per migliaia di chilometri attraverso l’oceano, con un periodo di 15 secondi o più
  45. Gun – una grande tavola da surf per cavalcare le grandi onde
  46. Hang Loose – un’espressione hawaiana per identificare un atteggiamento rilassante disinvolto e spensierato
  47. Haole – una parola hawaiana per dire: “straniero”
  48. Hawaiian scale – un modo sottostimato per misurare l’altezza delle onde, usato dagli hawaiani
  49. Heat – una frazione di tempo durante la quale i surfisti si sfidano ai contest di surf
  50. Inside – la zona fino a dove finisce l’onda, al contrario di outside
  51. Kick out – una manovra fatta dopo aver surfato un’onda per terminare la sessione
  52. Knot – una unità di velocità pari a un miglio nautico per ora
  53. Kook – un surfista principiante, un surfista inesperto o un cattivo surfista
  54. Leash – il laccio che lega la tavola al surfista
  55. Line up – il punto dove i surfisti si allineano per prendere le onde, proprio dietro la zona dove le onde si rompono
  56. Lip – la parte di onda che si forma in cima alla stessa poco prima che l’onda rompa
  57. Localismo – protezione territoriale aggressiva di uno spot da parte dei surfisti locali
  58. Longboard – la tavola da surf lunga
  59. Lull – tempo che intercorre tra due set di onde durante il quale non ci sono onde che rompano
  60. Mack – grande
  61. Mental – pazzo o radicale
  62. Mysto spot– uno spot di surf che si rompe su una scogliera lontana
  63. Neoprene – una gomma ultra elastica a base di trucioli di petrolio fusi insieme, utilizzata per creare le mute
  64. Offshore wind – vento che soffia dalla riva verso il mare, come effetto mantiene la forma dell’onda e ne leviga la parete
  65. Onshore wind – vento che soffia dal mare verso la riva , rovina la qualità delle onde
  66. Out the back – una espressione australiana che descrive il remare attraverso le onde che si infrangono nella zona della line-up
  67. Outline – la forma di una tavola da surf dal nose al tail
  68. Outside – zona all’esterno della line-up
  69. Paddle battle – una gara tra i surfisti per aggiudicarsi la precedenza a surfare l’onda
  70. Peak – il punto dove l’onda rompe per entrambe le direzioni
  71. Pearling – cosa succede quando il peso di un surfista è troppo in avanti e di conseguenza il nose della tavola finisce per affonare in acqua
  72. Pit – la zona di impatto dell’onda
  73. Pitted – all’interno del tubo
  74. Polyurethane – il tipo più comune di materiale utilizzato nella produzione di tavole da surf
  75. Pop-up – il movimento rapido che un surfista fa per salire in piedi sulla tavola e prendere l’onda
  76. Punt – per eseguire una manovra aerea
  77. PWC – moto d’acqua, termine generico per definire una moto d’acqua
  78. Quiver – il numero/collezione di tavole da surf di proprietà di un surfista
  79. Rail – il bordo di una tavola da surf
  80. Rash guard – una T-shirt sagomata fatta di nylon-poliestere-spandex da indossare sotto la muta
  81. Reef break – un’onda che si infrange sulla roccia o corallo
  82. Reflection – Quando un’onda colpisce un oggetto duro e di conseguenza parte della sua energia rimbalza in un’altra direzione
  83. Refraction – l’effetto con cui un’onda, che si muove lungo la direzione della terra, rallenta in acque poco profonde
  84. Regular foot – un surfista che mantiene la gamba sinistra in avanti
  85. Right of way – la priorità data al surfista più vicino alla parte dove rompe l’onda
  86. Rip current – una forte corrente di superficie di breve durata che scorre verso il mare dalla riva , nota anche come rip tide
  87. Rocker – la curva che va dal tail della tavola al nose vista lateralmente
  88. Rogue Wave – un’onda oceanica più grande della condizione di mare corrente
  89. Section – la parte dell’onda che rompe davanti alla curl line
  90. Set – un gruppo di onde
  91. Shaka – il gesto della mano hawaiano usato per dire “ciao” , “grande” , “cool ” e “va bene”
  92. Shaper – un designer di tavole da surf, che si occupa anche di crearle
  93. Shoaling – la variazione di altezza delle onde che si propagano in acque poco profonde
  94. Shore Break – la zona dove le onde dell’oceano si incontrano con la spiaggia
  95. Shortboard – tavola da surf molto corta
  96. Skeg – espressione un po’ superata per identificare la pinnette delle tavole da surf
  97. Slab – e’ un tipo di onda molto potente che si genera dalle acque profonde dell’oceano e si rompe in acque basse
  98. Snaking – e’ quel modo ti remare intorno un altro surfista in maniera piuttosto aggressiva, con lo scopo di posizionarsi in modo da acquisire diritto di precedenza sull’onda
  99. Soup – la schiuma che si forma a seguito della rottura di un’onda
  100. Stall – una manovra che viene impiegata per diminuire la velocita’ del surf in modo da riuscire a prendere il tubo formato dall’onda
  101. Stance – la posizione dei piedi su una tavola da surf
  102. Stick – significa tavola da surf nello slang dei surfisti
  103. Stinger – e’ quella parte di legno che corre lungo la lunghezza della tavola da surf per dare forza e flessibilità al materiale di cui e’ composta la tavola
  104. SUP – stand up paddleboard
  105. Surging wave – sono quelle onde che non hanno il tempo di rompere perche’ il passaggio da un fondale profondo ad uno meno profondo e’ troppo veloce
  106. Swell – energia prodotta da forti venti che genera sequenze di onde
  107. Take-off – l’atto di mettersi in piedi sull’onda per cominciare a surfare
  108. Thruster – il design della tavola da surf a tre pinne creato da Simon Anderson
  109. Tidal bore – un fenomeno raro in cui il bordo iniziale della marea forma un’onda che viaggia su un fiume
  110. Tow-in – quando vengono utilizzate delle moto d’acqua per trainare surfisti che altrimenti non riuscirebbero a remare delle onde troppo grandi
  111. Trough – la parte bassa dell’onda, l’opposto della cresta dell’onda
  112. Tsunami – un’onda gigantesca e mortale
  113. Tube – e’ la cavità interna di un’onda, noto anche come barrel
  114. Turtle roll – una tecnica che il surfista attua per ribaltare la tavola e scivolare sotto di essa, poco prima che rompa l’onda, con lo scopo di passarle sotto
  115. Twin-fin – una tavola da surf con due pinnette
  116. Wahine – un surfista donna
  117. Altezza onda / Wave height – la differenza tra le altezza della cresta dell’onda e l’avvallamento vicino
  118. Periodo / Wave period – il tempo che intercorre tra due onde in sequenza
  119. Wave train – un gruppo di onde con una lunghezza d’onda simile
  120. Wavelength – la distanza tra la cresta di un’onda alla cresta dell’onda successiva
  121. Wax – un prodotto a base di paraffina che viene applicato alla parte superiore della tavola da surf per aumentare la trazione e ridurre il rischio di scivolare
  122. Wedge – un’onda ripida
  123. Wetsuit – un indumento in neoprene che offre isolamento termico
  124. Whitewater – schiuma, acqua di colore bianco che si crea a seguito della rottura dell’onda
  125. Windswell – onde generate da venti locali, entro 800 miglia dalla costa
  126. Wipeout – una caduta inaspettata dalla tavola mentre si sta cavalcando un’onda o in modo più generico un incidente mentre si sta surfando

 

Conclusioni

Vogliamo concludere questo articolo dedicato ai termini specifici nel surf, invitandovi a contattare Nicola per maggiori informazioni in merito al surf e alla preparazione corretta da seguire durante tutto l’anno. Questa risulterà importantissimo sia per gli atleti che praticano questo sport a livello professionale o semi professionale ma ancora di più per coloro che in inverno interrompono la stagione a causa del meteo e delle condizioni atmosferiche. Una buon metodo di lavoro e preparazione atletica potrebbe davvero salvarvi la vita 🙂

Per tal motivo non dovrete fare altro che contattare Nicola alla seguente email: nluppi.pt@gmail.com

Alla prossima

Commenti
0

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.